Creare contenuti virali per il web? Ecco un argomento HOT.

Come creare contenuti virali o individuare argomenti che catturino l’attenzione dei lettori e che possano generare condivisioni e interesse?

Sicuramente anche tu ti sarai posto queste domande come tutti i web marketer o bloggers. È matematico.

Un contenuto virale può essere qualsiasi tipo di post/media che diventa popolare in poco tempo e ottiene molte visualizzazioni (un video Youtube, un post di Facebook, un Tweet o qualsiasi altro contenuto dei social media che ottiene migliaia di condivisioni).

La verità nuda e cruda? Non esiste una regola precisa. Nessuna formula magica. Nessun trucco. In molti casi gli interessi dei lettori sono passeggeri e scatenare l’interesse su un singolo contenuto in molti casi può essere frustrante.

Per creare contenuti virali tuttavia, ci sono accorgimenti molto importanti che possono aiutarti ad ottenere il risultato sperato. Seguendo queste indicazioni e rispettando quanti più punti possibili di quelli elencati hai buone probabilità di avere successo. Provare per credere!

  • Le persone vogliono sembrare “smart” (quindi fai in modo che lo sembrino)

Nulla di più vero. La condivisione di un contenuto su un social media è qualcosa di molto personale perché viene pubblicato sulla propria bacheca e quindi tutti i contatti giudicheranno la condivisione (argomento stupido? Argomento divertente? Argomento intelligente?).

Ogni persona vuole apparire in una maniera diversa, sceglie uno stile che lo rappresenta e che rispetti i propri interessi quindi quando stai per creare un contenuto virale (potenzialmente) fai in modo che scateni nel lettore l’idea che la sua condivisione lo farà sembrare “cool” agli occhi dei propri contatti ?

Più il contenuto farà apparire smart il lettore che lo condivide, più verrà condiviso.

  • Non deve essere noioso o lungo

La maggior parte dei contenuti virali è breve e specifica. Nel caso dei video, molti di essi durano mediamente da 30 secondi a 1 minuto. Oltre potresti perdere un po’ di “appeal”.

Il content marketing è bastardo!

La medesima cosa vale per gli articoli e post. Non tutte le persone amano addentrarsi in letture lunghe e che richiedono molta concentrazione. Un contenuto virale è breve e colpisce in pieno l’obiettivo, senza fronzoli. Tienilo bene a mente!

  • Serve una componente ad effetto

C’è poco da fare. Per creare un contenuto che diventi virale devi attirare le persone in qualche modo. Un titolo ad effetto o un’immagine che anticipa il contenuto o che scatena un’emozione sono soluzioni molto efficaci

La maggior parte dei contenuti diventano virali perché contengono elementi visivi accattivanti che scatenano nei lettori un’emozione (positiva o negativa), favorisce il coinvolgimento e scatena la condivisione (che è il nostro obiettivo). Però fai attenzione, se si tratta di Fake News la situazione si fa delicata. Meglio evitare.

Per gli articoli, l’immagine più importante è l’intestazione in quanto quella che viene vista per prima. Questa immagine accompagnerà anche le condivisioni sui social media.

Come vedi il nostro post non contiene immagini…partiamo bene!

  • Agisci sulle emozioni

Come scritto poco fa generare emozioni è fondamentale per creare contenuti virali. Le emozioni infatti sono ciò che porterà le persone a condividere l’articolo con altre persone.

Sappiamo che non è facile fare centro ma quanto più riuscirai a trasmettere la tua sensazione sull’argomento, il tuo entusiasmo, il tuo non entusiasmo, la tua emozione, tanto più riuscirai a contagiare il lettore.

Funziona proprio così! Le emozioni sono davvero contagiose.

Leggi anche: Creare una Landing page efficace

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui